Modulo II

“La corruzione: il contesto economico sociale e la sfida etica”

11 – 15 aprile 2016

Docenti

  • Prof. Piero Vereni
  • Prof. Lucio Picci
  • Prof. Leonardo Becchetti
  • Prof.ssa Francesca Recanatini

 

Il contesto: definizione storico-culturale e quadro comparativo (Prof. Piero Vereni, lunedì 11 Aprile e martedì 12 Aprile, ore 10-13 e ore 14-17)

Argomenti:

  • In questa giornata vogliamo ripercorrere le premesse storico-culturali del concetto corrente di corruzione. Attraverso un confronto sistematico con concezioni diverse da quella economico-legale comunemente accettata, vedremo che la corruzione come concetto transculturale delimita un unico campo etico formale (ottenere vantaggi immeritati favorendo il tornaconto del corrotto) che però può essere sostanziato di contenuti estremamente diversi (a seconda di cosa si consideri “vantaggio”, quando sia “immeritato” e cosa sia un “tornaconto”).
  • Nella circolazione di beni e servizi fuori dalle regole del mercato,  tra “regalo”, “pegno” e “corruzione” le diverse concezioni culturali hanno tracciato nel corso della storia confini diversi, e siamo molto lontani da avere oggi una definizione unica e condivisa da tutti. In un mondo in cui la compresenza di sistemi culturali e  sociali molto diversi è sempre più una reale variabile delle relazioni sociali, anzi, aver presente almeno i contorni generali di questa complessità definitoria è uno strumento imprescindibile di qualunque policy che voglia essere efficace.

 

La misurazione del fenomeno della corruzione: effetti e cause della corruzione (Prof. Lucio Picci, mercoledì 13 aprile, ore 10-13 e ore 14-17)

Argomenti:

  • Corruzione: una definizione operativa

Misurare la corruzione:

– Le statistiche giudiziarie

– Le misure basate sulla percezione, le statistiche di vittimizzazione e il ruolo dei media

– Le misure «oggettive»

  • Gli effetti e le cause della corruzione: corruzione, governance, ed esiti economici

– Le cause della corruzione: dalla “formula di Klitgaard” al dibattito attuale

–  Gli effetti della corruzione

  • I sistemi di contrasto della corruzione: trasparenza, rendicontabilità, e istituzioni preposte alla lotta della corruzione

– Il ruolo dell’informazione statistica

– Statistiche «ad hoc» ed «integrate», e l’«auditing probalistico»

 

Etica tra società ed economia (Prof. Leonardo Becchetti, Giovedì 15 aprile 2016, ore 10-13 e ore 14-17

Argomenti:

  • La complessità dei problemi e le scale dei valori in economia
  • I tre riduzionismi che ostacolano il percorso verso il bene comune
  • Riduzionismo antropologico: dall’homo economicus all’animale sociale” e al cercatore di senso (teoria, giochi, esperimenti)
  • Riduzionismo corporate: dalla massimizzazione del profitto all’impresa multistakeholder
  • Riduzionismo nella definizione del valore: dal PIL al benessere
  • Gli effetti dei riduzionismi sulla corruzione: l’uomo oltre l’homo economicus come animale meno corruttibile, l’impresa socialmente responsabile come impresa meno potenzialmente corruttrice, l’importanza dell’assenza di corruzione negli indicatori di benessere (ISTAT-BES) e nelle determinanti della soddisfazione di vita misurata
  • La soluzione dell’economia civile: da un’economia a due mani (mercato, istituzioni) ad un’economia a quattro mani (mercato, istituzioni, soc. civile e imprese responsabili). Impatto del passaggio sulla lotta alla corruzione
  • Un caso pratico di applicazione: il voto col portafoglio dei cittadini responsabili per le imprese con il rating di legalità

 

Possibili strumenti: Autorità Anticorruzione e organizzazioni  internazionali (Banca Mondiale) (Dr.ssa Francesca Recanatini, giovedì 14 aprile, ore 14-17 e venerdì 15 aprile, ore 10-13 e ore 14-17)

Argomenti:

Organizzazioni internazionali:

  • I costi della corruzione per la crescita di un paese
  • Ruolo delle organizzazioni internazionali (e della Banca Mondiale) e l’evoluzione del loro mandato
  • Strumenti utilizzati per affrontare il problema della corruzione a livello di paese, regione e/o settore produttivo
  • Alcuni esempi concreti
  • Autorità Anticorruzione
  • Definizione, ruolo ed evoluzione del loro mandato
  • Struttura e collaborazione con altre amministrazioni pubbliche e agenzie
  • Organizzazioni e gestione delle risorse disponibili
  • «Accountability» delle autorità e indipendenza
  • Relazione con il governo e la sfera politica del paese
  • Alcune raccomandazioni

 

Presentazione del Modulo II

Modulo II